venerdì 20 giugno 2014

La Poetessa Giuseppina Melidoni premiata al Concorso PoetiINsanremo 2014

Giuseppina Melidoni e Silva Bos
SANREMO (IM). Poetessa, Scrittrice ma anche Cantautrice e Attrice di teatro. Un’artista dalle mille sfaccettature Giuseppina Melidoni che da Milano dove vive da 40 anni (ma è nata a Scilla, in Provincia di Reggio Calabria) sprigiona esuberanza ed emozione nell’essere arrivata 8ª e premiata al 6°Premio Letterario PoetiINSanremo - Omaggio ad Angelo Barile.

L’assegnazione dei premi si è tenuta sabato 14 giugno scorso nell’evento inserito nella Rassegna Internazionale di cultura SanremoArtGallery 2014-Le Meraviglie dell’Arte Visiva e Letteraria in svolgimento fino al 25 giugno nella Sala Incontri del Teatro Ariston.
“Poetessa credo da sempre! - racconta durante l’intervista con la giornalista e Ufficio Stampa dell'evento, Silva Bos. Alle sue spalle una vita familiare travagliata tanto che sin da piccola con i suoi atteggiamenti cercava attenzioni e amore. Una negatività vissuta sulla pelle che, con forza, è riuscita a tramutare in odi alla fiducia e al buono racchiuso in ognuno di noi. “Come con ‘Albero in me', in cui svelo il mio lato più debole  e fragile, trapiantata - come un albero - lontano in cerca di terra fertile. Così l’albero è diventato grande…e quante pance è riuscito a riempire”. I suoi scritti sono viaggi intimi in cui ognuno può rivedersi e trarne il meglio di se, proprio come la poesia ‘Viaggio interiore’ con cui proprio al Concorso PoetiINsanremo 2014 è arrivata ottava.

Giuseppina Melidoni, il marito e Silva Bos
Giuseppina Melidoni appare energica e appassionata della vita che oggi vive tutto d’un fiato tra la sua dote di poetessa, le tavole dei palcoscenici con le diverse compagnie teatrali con cui lavora, le ospitate in tv insieme a Maurizio Costanzo, Paolo Limiti, Carlo Conti, Paolo Bonolis ma anche Luca Giurato e Roberta Capua, passando per gli impegni all’interno del Comitato Promotore del Movimento Letterario Lombardo. Grande donna e grande viaggiatrice, con tante cose ancora da fare. “I giovani imparino a vedere il buono, anche nei momenti più bui. - si raccomanda - L’uomo è capace di grandi cose e di grandi doni” 

Clicca QUI