venerdì 20 giugno 2014

Tra ceramiche liguri e gioielli in porcellana. L’artisticare di EBB a SanremoArGallery

EBB e Silva Bos
SANREMO (IM). Una personale di terraglie oggi in mostra a SanremoArtGallery 2014, una linea di gioielli in porcellana in prossima produzione e un vaso di forme pure in cui la luce e il colore saranno fondamentali.  Elisabetta Brunetti Buraggi non smentisce la tradizione savonese tanto da riuscire a tradurre le sue esperienze fotografiche in ceramica.

Alla Rassegna Internazionale di Cultura che fino al 25 giugno è aperta gratuitamente ai visitatori presso le sale espositive del Teatro Ariston, EBB - come la chiamano gli amici e gli addetti ai lavori - è presente con una serie di opere, tra queste ‘Poseidon’, ‘Mareggiata ligure’, ‘Il passo dell’uomo’, molte delle quali non smaltate ma solo ingobbiate. Si, perché alla domanda della giornalista Silva BosRicerca o istinto?” lei risponde che “la forma è frutto di una continua ricerca personale, il colore forse è più d’istinto. Tanti oggetti, infatti, risultano belli non smaltati, ma solo rifiniti con il cosidetto ingobbio che è un rivestimento coloato a base di terra"
La sua formazione di ceramista EBB l’ha raggiunta frequentando firme di assoluto rilievo nel panorama della tradizione ceramistica albisolese:  da Alberto Toby a Guido Garbarino, passando per Soravia e Mannuzza.
Partendo da quel bianco-blu che  le ha colorato da sempre la vita, nella ricerca delle varie forme ceramiche, EBB ha scoperto tracce della storia dell’Umanità e ha capito che la ceramica rappresenta un linguaggio davvero universale di tutti gli uomini ad ogni latitudine e in ogni tempo: dalla preistoria ai giorni nostri.
Un linguaggio, non verbale, ma che arriva forte e in egual modo allo spettatore; ne è prova il simbolismo sviscerato da ‘Il passo dell’uomo’: una forma triangolare, il doppio triangolo, il cerchio e l’uomo vitruviano a ricordare ‘il bene e il male’ ‘il positivo e il negativo’; e poi l’orma dell’uomo sulla luna; “il passo dell’uomo nel tempo… il percorso dell’essere umano, della sua vita”. Il  ‘tempo’: non a caso, l’opera di cui stiamo parlando è uno straordinario orologio da tavolo.
EBB e Silva Bos
Recentemente Elisabetta Brunetti Buraggi ha approfondito le antichissime tecniche di cottura Raku e Raku dolce - variazione del maestro Cimatti che rievoca le terre sigillate aretine e i vasi attici, nonché le tecniche della paper clay, ancora con G. Cimatti a Faenza, e della porcellana con Luca Tripaldi (Torino). Nonostante abbia un forno suo, oggi EBB preferisce cuocere principalmente ad Albisola, dove ha la possibilità di incontrare, di parlare, di scambiare idee e consigli con gli altri suoi ‘colleghi’.
Del suo ‘artisticare’ va fiera, sostenuta dalla sua famiglia. Attualmente una sua opera che celebra i 200 anni dell’Arma dei Carabinieri è ad Acqui, in Piemonte, facente parte di una mostra itinerante proprio dedicata alla Benemerita.

Clicca QUI