sabato 21 giugno 2014

Successo per Giovanni Zocco a PoetiINsanremo 2014

Giovanni Zocco
SANREMO (IM). Sincera emozione nella Sala Incontri del Teatro Ariston per la squisita presenza del Professor Giovanni Zocco, illustre ospite grande evento culturale PoetiINsanremo 2014, inserito della grande maratona di richiamo internazionale SanremoArtGallery 2014 in svolgimento fino a stasera, mercoledì 25 giugno.

Zocco, conosciuto Generale dell'Esercito oggi in pensione ma con nel cuore da sempre il Sacro Fuoco dell’arte letteraria, è tornato nella Città dei Fiori per presentare la pubblicazione della sua ultima fatica letteraria, il libro di poesie “Aspettando la sera...".
Dopo essere stato presente sia al vernissage del 7 giugno che alla premiazione del concorso letterario di sabato scorso recitando alcune sue liriche, a Zocco è andato un sentitissimo riconoscimento da parte del cav. Casimiro dell'Arco Talarico quale organizzatore della manifestazione e Presidente del Centro Culturale SanremoArte2000. Per Zocco, Sanremo è veramente un amore di città, non a caso le dedicò l’ode “Buona notte…Sanremo” che l’anno scorso declamò al cospetto dello stesso Sindaco matuziano, Maurizio Zoccarato.

Grande orgoglio dell’organizzazione per questa stimata presenza che ha già dalla sua grandi riconoscimenti ottenuti per i suoi già 5 i libri pubblicati “in un incontro con la poesia - spiega lo stesso Zocco alla giornalista Silva Bos che lo ha intervistato - iniziato attraverso la conoscenza di una vicina di casa".

Da 40 anni Zocco, definito ‘il poeta del neorealismo’, villeggia a Sanremo, cittadina di cui è perdutamente innamorato tanto da dedicarle una prima poesia,Aspettando la sera”, che farà parte tra l’altro, del suo sesto libro. Nel volume anche riflessioni di speranza ai migranti ne “Il colore della pelle” oltre che una struggente poesia su un cane maremmano e flashback della sua terra sicula “che spesso alla sera, con gli occhi chiusi e tanta nostalgia, rivedo e ripenso, con le sue strade, i miei amici. Quel tuffarmi anche momentaneamente sui ricordi mi conforta e mi fa sentire bene, anche se mi commuove”.

Tra le pagine dei suoi libri echeggiano temi spesso ricorrenti, che proprio grazie a una autentica semplicità, riescono a toccare le corde degli animi che lo leggono: amore, affetto, odio, ma anche speranza e rancore, amicizia così come delusione.
Quelli di Giovanni Zocco, versi che non hanno rima e nemmeno metrica, ma che sono davvero semplici, che riescono per questo ad arrivare al cuore anche dei ragazzini delle scuole medie (in cui lui spesso si reca per dare il suo contributo didattico a favore dell’arte letteraria) perché “attraverso la poesia forse l’uomo tornerà a conoscersi, e a vivere meglio”.
Con la poesia un rapporto splendido, contemporaneamente doloroso, bello, amorevole. Inutile dirlo, per il suo futuro Giovanni Zocco vuole scrivere, scrivere e scrivere ancora…la sua brama è riuscire il più possibile a concretizzare sulla carta gli stati dell’animo umano.
E se, come in questo caso grazie alle donazioni in beneficenza di tutti gli introiti dei suoi libri, la cultura letteraria sa andare a braccetto con la bontà, la poesia riesce a realizzare la sua più grande magia: quella del cuore.

Ricordiamo che SanremoBuoneNotizie.it (www.sanremobuonenotizie.it) è l’organo d’informazione ufficiale di SanremoArte2000 nel quale, pertanto verranno pubblicati in esclusiva tutti i comunicati e gli articoli inerenti SanremoArtGallery 2014 redatti da Silva Bos giornalista, scrittrice, titolare di SanremoBuoneNotizie, co-curatrice di SanremoArtGallery e Ufficio Stampa del Centro Culturale SanremoArte2000.

Clicca QUI